• Editor's Pill

DAY#3 Uno contro l’altro

Giuseppe Di Morabito inizia il brunch della domenica. Un tuffo nella dualità. Il classicismo si mischia all’anticonformismo, alla rottura degli schemi. I fiori, tema portante della collezione, si alternano a gabbie tridimensionali e piccoli volatili.

  Le linee pulite compongono midi monospalla, maxi dress, top con pantaloni svasati. Volant e rielaborazione dei volumi bilanciano pesanti capotti in matelassé di velluto e vestiti leggiadri. Il giusto compromesso tra raffinatezza e sfrontatezza. Una ninfa dei fiori controversa, divisa ma che delinea una sola donna. Se potessi scegliere mi fermerei qui. Veniamo sballottati da una sala all’altra tra babbione in pelliccia che non fanno la fila e starlette di dubbia provenienza. Un ragno in passerella si tramuta nella NY degli anni 60’, da un’eccesso all’altro. Il tempo uggioso rende ancora più triste questa ultima tappa di Altaroma.

Sono tanti i nomi che si sono susseguiti in questi giorni ma quelli che ricorderemo sono pochi. I giovani sono quelli che brillano, che sono più innovati e mettono d’accordo più o meno tutti. Sarà forse arrivato il momento di abbandonare il vecchio per il nuovo? Una volta c’erano Elie Saab, Valentino… ora Sciascia, Di Morabito e L72. Che Roma possa diventare scena dei designer emergenti? Quello visto in questa 4 giorni di fine gennaio è assolutamente indice del bisogno di un cambiamento. La location dell’Ex-Dogana è una delle poche cose da salvare. Organizzazione vacillante, giornate noiose con eventi che fanno a cazzotti tra loro e urlano uno contro l’altro.

PH by Marco Flammini SilverlakeVOICE

EMMEDG
Marco Di Giorgio

SUGGESTED ARTICLES

Top Model 2.0: L'imperativo è distinguersi

Top Model 2.0: L'imperativo è distinguersi

Dimenticatevi gli anni in cui per entrare nell'olimpo delle top model bisognava essere l'incarnazione della perfezione.

Read more

10 100 1000 giorni di fashion week

10 100 1000 giorni di fashion week

E’ incredibile come e quanto mi sia mancata la Gran Bretagna.

Read more

Polo shirt, la rinascita di un'icona

Polo shirt, la rinascita di un'icona

Pochi sono i capi che possono essere annoverati come icone. Fra questi c'è la polo, indumento nato sui campi da tennis per poi essere trasferito sulle passerelle di tutto il mondo. Il bello di un'icona è che può essere rivisitata senza mutare nell'essenza, come hanno fatto numerosi designer per la stagione Primavera/Estate 2016.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.