• Fashion

Green Fashion

La moda responsabile delle Lichter in quattro brand glamour e desiderabili.

La green fashion, detta anche eco-fashion, non è altro che una filosofia di produzione riguardante la moda e i trend, ormai in crescita su vasta scala, che riguarda la sostenibilità al fine di creare un sistema che supporti l’ambiente e ricerchi una certa responsabilità a livello sociale.

Numerose sono le associazioni che ad oggi si occupano di difenderla e promuoverla, istruendo e promulgandone i risultati e i giovamenti ottenuti da uno sfruttamento responsabile delle risorse e della forza lavoro che vi ruota intorno. Ma ancora più numerosi sono i marchi e gli stilisti che hanno aderito a questo “state of mind”, rendendolo parte integrante della loro identità di designer e fine ultimo della loro produzione. Senza dimenticare lo stile, ça va sans dire; Licht ve ne propone quattro.

Prima, oseremmo dire per fama, Stella McCartney, stilista e proprietaria dell'omonimo brand che ha reso la moda vegana una vera missione e suo indelebile marchio di fabbrica. Il marchio si impegna, infatti, ad un utilizzo responsabile dei cicli produttivi e di materie prime esclusivamente organiche, come per l’iconica ecopelle di origine vegetale, dando vita ad uno stile moderno, raffinato e assolutamente femminile.

Voliamo a Roma, invece, per scoprire il mondo di Tiziano Guardini che della natura fa il proprio punto di partenza e di arrivo, creando capi unici con l’utilizzo di tessuti 100% naturali ma impreziositi e cuciti insieme al fine di dare lustro ad una femminilità d’avanguardia, finemente sperimentale e dal sapore Haute Couture.

Il duo creativo di Mina + Olya, con sede a San Francisco, ha dato ottimi frutti dalla commistione di origini tanto lontane come Russia e Iran, creando una linea di qualità prodotta esclusivamente con materiali naturali provenienti dalla California e dall’Oregon. Una moda fresca, finemente realizzata e disegnata per la donna eticamente alla moda dei nostri giorni.

Altra coppia di designer per A Peace Treaty, griffe che realizza con gusto eclettico e geometrico gioielli, sciarpe e cappe. Il loro impegno sta nel commissionare la realizzazione delle loro collezioni ad artigiani in Turchia, Pakistan, India e Nepal, in modo da offrire a questi paesi una possibilità di crescita e di sviluppo, realizzando così preziose creazioni di gusto decò, che abbelliscono il corpo e riempiono l’anima.

Moda Green non significa solo guardare all’ambiente, ma anche al prossimo trovando metodi di lavoro e produzione sempre più intelligenti e a favore di una nuova realtà di scambio e di rispetto reciproco. La moda ha il potere per farlo, per spingere ognuno di noi a scegliere consapevolmente cosa indossare, favorendo ciò che nutre il pianeta e i suoi esseri viventi e non solo la nostra cabina armadio.

Da buone Lichter non fatene solo una tendenza, ma uno stile di vita. All’insegna della moda, ovviamente.

Ilaria De Leonardis 

SUGGESTED ARTICLES

Intervista a Marco Rambaldi

Intervista a Marco Rambaldi

Dalla vittoria di Next Generation al progetto Muuse il designer venticinquenne che sta conquistando la moda.

Read more

High quality & multibrand: il mix perfetto

High quality & multibrand: il mix perfetto

Giornata di shopping? Vieni a scoprire i migliori 7 shops High-Brand a Roma, scelti per te da Licht Magazine.

Read more

Anita Radovanovic, quando lo stile non segue la moda

Anita Radovanovic, quando lo stile non segue la moda

Ha appena compiuto dieci anni il suo brand, Mes Demoiselles, ma da subito ha ricevuto consensi per il suo stile, frutto dell'unione di libertà ed eleganza. Il suo segreto? Più che un marchio una filosofia, che segua solo la propria ispirazione.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.